Scuola di sostenibilità a Melissa

E2i è entrata nelle scuole del paese calabrese che ospita due parchi eolici per raccontare ai bambini e ai giovani studenti i valori della sostenibilità e l’importanza strategica delle fonti energetiche rinnovabili

31 gennaio 2020

News Green Melissa” è il progetto con il quale le scuole di Melissa hanno aperto le porte a e2i, da anni presente sul territorio con due dei suoi parchi eolici.

Melissa è un paese medievale, arroccato tra la Sila e il Mar Ionio. L’antica origine greca del nome lo identifica come il paese del miele e delle api, ma la sua posizione esposta alla forza dei venti risulta estremamente favorevole alla più moderna e innovativa produzione di energia da fonte eolica. Non è dunque un caso che il Sindaco Raffaele Falbo e la sua Giunta abbiano sollecitato la nascita di un progetto didattico che promuovesse la sensibilità ambientale anche tra i più piccoli: è venuta alla luce così “News Green Melissa”, un’iniziativa promossa da e2i a stretto contatto con le istituzioni locali, che lo scorso novembre ha previsto alcuni incontri nelle classi delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado tra Melissa e la frazione costiera di Torre Melissa (“Bandiera Blu” dal 2012), per poi concludersi per gli alunni delle scuole medie con la visita al parco eolico, coinvolgendo il Sindaco, gli Assessori e il personale di e2i in una tre-giorni ricca di eventi e di sorprese.

Le scuole di Melissa hanno aperto le porte a e2i

«La nostra è una giunta relativamente “giovane”, eletta nel giugno del 2019 – ha affermato Maria Carmela Sculco, Assessore all’Urbanistica, alle Politiche Comunitarie, alla Manutenzione e all’Attività Produttive di Melissa – e questo progetto realizzato con e2i va inquadrato all’interno della visione generale della nostra Amministrazione: orientare i giovani verso l’educazione ambientale è una delle nostre priorità, perché è attraverso le scuole che si formano i cittadini di domani. Nel nostro territorio si registra la presenza di ben due parchi eolici, che contano in totale 24 aerogeneratori; è già evidente una chiara vocazione alla sostenibilità, che deve essere però compresa e interiorizzata anche dalla popolazione attraverso iniziative formative per fare comprendere agli adulti, quelli di oggi e quelli di domani, l’importanza delle fonti rinnovabili».

e2i è presente nel territorio calabro con 24 aerogeneratori

Una grande occasione di approfondimento su temi dell’energia e della tutela dell’ambiente, ma anche di condivisione, che ha visto la presenza dei manager di e2i guidati da Nicola Pepe e accompagnati da Pasquale Morelli, Elisa Ganzaroli e dalla responsabile HSE di e2i, Emanuela Sincinelli. All’evento ha contribuito anche Massimo Bonanno – consulente di e2i per il progetto di monitoraggio sulla fauna locale dei parchi eolici di Melissa-Strongoli e Giuseppe Ricucci, responsabile di Area del gestore degli impianti, EDF EN Services Italia.

Ma i veri protagonisti di “News Green Melissa” sono stati i ragazzi, come ci racconta Elisa Ganzaroli di e2i: «Li abbiamo trovati estremamente attenti e preparati, a tutti i livelli; abbiamo raccontato loro i fenomeni che interessano i cambiamenti climatici, e la necessità di partire dalla tutela dell’ambiente in cui si vive e l’importanza strategica delle energie rinnovabili. I più grandi sono intervenuti con molte domande, soprattutto sugli aerogeneratori: come e dove si installano, come si costruiscono, come si trasportano e… come si fa a salire fino in cima alla navicella. Ai bimbi più piccoli abbiamo portato invece alcuni cartelloni da colorare per raccontare la storia del vento, che arriva dal cielo e fa girare le pale per produrre l’energia elettrica pulita che a loro serve per vedere la televisione, asciugare i capelli e giocare con la playstation. Poi abbiamo realizzato un gioco dell’oca con un grande dado, caratterizzato da caselle che trattavano tematiche relative ai comportamenti rispettosi dell’ambiente: tre passi indietro se si butta la carta della caramella per terra e tre in avanti se ci si ricorda di spegnere la luce quando si esce dalla cameretta».

«È stato davvero uno spettacolo vedere cento tra bambini e ragazzi all’interno di un’aula che in assoluto silenzio ascoltavano tutto ciò che veniva detto loro – riprende l’Assessore Sculco –; il messaggio è stato trasmesso nel migliore dei modi, con chiarezza, entusiasmo e competenza dai professionisti di e2i. Un’esperienza di grande successo da ripetere assolutamente in un prossimo futuro, che ha dimostrato come si possano abbattere le barriere tra le realtà produttive ed economiche che operano sul territorio e gli abitanti di un paese che è decisamente più avanti rispetto ad altri in quanto a impronta green».